Continuano le novità introdotte da Ferrovie Appulo Lucane

Il servizio delle Ferrovie Appulo Lucane ha l’onere di dover servire un bacino di utenza pari a circa 686.000 abitanti di cui circa 525.420 residenti in Puglia e circa 160.580 residenti in Basilicata, per la maggior parte concentrati nei centri abitati di Bari, Modugno, Altamura, Gravina, Matera, Potenza ed Avigliano.

Negli ultimi anni sono stati acquistati da F.A.L 19 treni nuovi di cui 8 a tre casse e 11 a due casse e 6 casse centrali aggiuntive. Il parco rotabile è stato così rinnovato del 90%. Nel 2007 l’età media dei treni era di 20,8 anni, oggi è di 6,4.

Al momento è in corso la definizione di un contratto per l’acquisto di 3 treni a 3 casse Stadler. Inoltre, tra le previsioni della F.A.L per il 2020, c’è l’acquisto di ulteriori 3 treni grazie al cofinanziamento con risorse aziendali. Nella flotta attuale è presente anche un treno a 3 casse di proprietà della F.A.L stessa acquistato con fondi aziendali provenienti da utili di bilancio, brandizzato da Giugiaro, messo in servizio a gennaio 2019.

Dal punto di vista infrastrutturale, in ambito lucano le F.A.L hanno raggiunto un grandissimo risultato realizzando la nuova stazione di Matera in soli 7 mesi, inaugurandola quindi nel novembre 2019. A fine dicembre 2018 sono, invece, terminati i lavori per la realizzazione del nuovo terminal intermodale di Serra Rifusa che, ubicato alle porte della città di Matera, rientra nell’ambito degli interventi infrastrutturali previsti per la realizzazione del Servizio Ferroviario Metropolitano. E’ dotato di fermata ferroviaria, area di fermata dei bus, parcheggio coperto a due piani con 350 posti auto, parcheggio per autobus turistici con 35 posti, area di servizi agli utenti.

In ambito pugliese, invece, le F.A.L. hanno avviato la realizzazione del raddoppio della tratta ferroviaria Bari – Toritto strettamente connesso quest’ultimo alla esecuzione dei lavori di interramento della stazione ferroviaria di Modugno; ma già durante il 2018 le F.A.L. si sono impegnate in ulteriori sfide, progetti strategicamente importanti per il trasporto pubblico locale, quali il completamento della linea ferroviaria metropolitana Bari – Bitritto, il potenziamento e la velocizzazione della linea ferroviaria Bari – Matera, la costruzione di un nuovo Deposito Officina presso la sede di Bari scalo nonché la riqualificazione delle stazioni ferroviarie di Matera Villa Longo, Gravina e della fermata di Bari Policlinico. In queste stazioni è stata innalzata la quota delle banchine al fine di allinearla alla quota di accesso ai treni, così da ridurre lo sforzo di accessibilità anche per le persone con ridotta capacità motoria.