“Mi Muovo” in Emilia-Romagna

In Emilia-Roma­gna, sin dal settembre 2008, è possibile usufruire di biglietti ed abbonamenti ad integrazione tariffaria su scala regionale. Inizial­mente sono stati lanciati due titoli di viaggio di abbonamento annuale integrato chiamati “Mi Muovo” e “Mi Muovo studenti”. Il primo permette di utilizzare il servizio ferroviario regio­nale per un percorso prestabilito e di muoversi sulle reti urbane del trasporto pubblico delle dieci città capoluogo e delle città con popolazione superiore ai 50.000 abitanti della Regione Emilia-Romagna, come Imola, Faenza e Carpi, senza limitazioni di corse.

L’abbonamento riservato agli studenti invece è dedicato ai ragazzi fino a 26 anni di età compiuti, a cui viene applicato uno sconto dell’8% rispetto ai prezzi dell’abbonamento annuale normale. Anche in questo caso le agevolazioni per i pendolari non si limitano all’aspetto economico, ma riguardano soprattutto la comodità del titolo di viaggio valido per varie modalità di trasporto e la maggiore comunicazione con cui vengono fornite le informazioni. Dal Gennaio 2010 è stato introdotto il sistema a Ferrara e soprattutto a Bologna con ottimi risultati anche di vendita dei biglietti ed una vera integrazione tra treno, autobus urbano ed extraurbano; proprio per sviluppare ulteriormente il sistema di integrazione tariffaria e modale la Regione Emilia-Romagna ha promosso il progetto di “bike sharing & ride” regionale denominato “Mi Muovo in bici”, grazie all’adesione dei Comuni con popolazione supe­riore a 50.000 abitanti. Un altro tipo di abbonamento è quello chiamato “Mi Muovo Tutto Treno” che permette agli abbonati al servizio ferroviario di accedere anche ai treni Intercity e Eurostar City. Sempre per andare incontro alle esigenze dei pendolari dal maggio 2010 è riconosciuto, per i residenti della Regione, uno sconto del 20% sugli abbonamenti AV per la tratta Bologna-Firenze, considerando che su questa relazione gli unici treni della lunga percorrenza disponibili sono sostanzialmente quelli dell’Alta Velocità.

In termini di successo va sottolineato come sempre nel 2010 sono state vendute ai residenti in Emilia-Romagna 3.858 carte “Tutto Treno”, anche se recenti decisioni di Trenitalia di modificare il servizio di lunga percorrenza, con soppressione di treni IC e velocizza­zione di treni ES City, rischiano di minare l’efficacia di questa integrazio­ne tra servizi regionali e nazionali nel territorio dell’Emilia-Romagna.