Metropolitana di superficie per la città di Ragusa

È stata completata la fase progettuale relativa alla metropolitana di superficie della città di Ragusa del valore di circa 30 milioni di euro finanziati interamente dalla Regione. Una volta espletati i necessari ulteriori passaggi amministrativi e le procedure di gara, potranno prendere il via i lavori, già nel corso del 2021. Inoltre, l’amministrazione comunale ha ottenuto anche 18 milioni di euro dal governo nazionale grazie ai fondi del “Bando per le periferie” che saranno utilizzati per tutte le necessarie opere di connessione della metro ferrovia alla città. Al termine dei lavori, previsti entro il 2023, l’infrastruttura, lunga circa 10 chilometri, comprenderà la stazione di Cisternazzi e le fermate di Colajanni e Carmine, prima, e Ragusa Centrale e Ragusa Ibla, dopo. Previste inoltre le realizzazioni di diversi ascensori che serviranno per recuperare gran parte dei dislivelli che oggi penalizzano la mobilità interna al centro storico. Il progetto prevede, inoltre, il ripristino dei percorsi pedonali che permetteranno alla ferrovia urbana, con cadenza di 30’, 40’ nelle due direzioni, di integrarsi compiutamente con la città storica ed insieme di connettersi con l’esistente stazione di Ragusa Centrale, con la nuova fermata Colaianni integrabile con la Stazione degli autobus extraurbani e con il nuovo grande Polo ospedaliero di Ragusa attraverso la nuova fermata Cisternazzi. È stato anche ipotizzato un servizio che, con cadenza bi-oraria, connetta la stazione di Donnafugata con Ragusa e Modica.