Il successo ed il futuro della metropolitana di Catania

La metropolitana di Catania è una linea ferroviaria metropolitana a scartamento normale e a trazione elettrica gestita dalla Ferrovia Circumetnea, in servizio dall’11 luglio 1999. Attualmente la sua rete si estende per circa 8,8 km lungo la linea Nesima-Stesicoro e la diramazione Galatea-Porto, con undici stazioni. La tratta Nesima-Stesicoro, di 7 km, è interamente interrata e a doppio binario, mentre la diramazione Galatea-Porto, di 1,8 km, a binario unico e in superficie, è chiusa all’esercizio dei passeggeri ed è utilizzata per la movimentazione e il ricovero del materiale rotabile.

Nel 2018 la metropolitana di Catania è stata utilizzata da 5.762.000 passeggeri, a fronte dei 3.417.000 dell’anno precedente.

La frequenza dei terni, dal lunedì al venerdì, è di una corsa ogni 10 minuti fino alle ore 15:10 e, quindi, di una corsa ogni 15 minuti fino a termine esercizio, mentre è di una corsa ogni quarto d’ora durante tutto l’orario d’esercizio del sabato e dei giorni festivi.

Il 29 giugno 2019 la Ferrovia Circumetnea ha festeggiato i 20 anni dell’infrastruttura. L’importante ricorrenza è stata scelta come occasione per annunciare lo stato dei lavori in corso e da assegnare , nonché aggiornamenti del servizio della metropolitana a favore dell’utenza, nell’ottica dell’incremento dell’utilizzo del trasporto pubblico e della mobilità sostenibile.

Al momento è in avanzata fase di realizzazione la tratta Nesima-Monte Po: si estenderà per 1,7 km e comprenderà due nuove stazioni in direzione Misterbianco: Fontana e Monte Po. L’ultimazione e l’apertura al pubblico è prevista per il 2020. La tratta Stesicoro-Palestro comprenderà tre nuove stazioni e si estenderà per 2,2 km. La realizzazione di questa tratta è stata appaltata e vinta dalla stessa impresa della Nesima-Monte Po. Il cantiere è pienamente operativo (solo per la realizzazione della galleria) e, secondo i piani della Fce, si potrà aprire questa tratta al pubblico nella prima metà degli anni venti: a breve è prevista la gara d’appalto per la realizzazione delle stazioni, insieme con la realizzazione della restante tratta sino all’aeroporto, grazie all’erogazione del finanziamento dell’Unione Europea del 2 aprile 2019 e al successivo decreto di finanziamento della Regione Siciliana.

La Commissione Europea ha, infatti, adottato un pacchetto di investimenti di quattro miliardi di euro per progetti infrastrutturali in dieci stati membri: tra i grandi progetti finanziati anche la tratta Stesicoro-Aeroporto della metropolitana di Catania, che ha ricevuto 358 milioni di euro di fondi UE che contribuiranno all’ampliamento della linea ferroviaria metropolitana della Circumetnea verso sud, con otto nuove stazioni e materiale rotabile moderno: 60 milioni, infatti, sono destinati all’acquisto di nuovi convogli. Una previsione ottimistica attesta al 2025 il completamento dell’intera linea da Misterbianco all’Aeroporto di Fontanarossa, che sarà articolata su 19,4 km.